News

Wi-Fi al bar

Conviene offrire una connessione Wi-Fi gratuita al bari?

logo wifi

Sono gli anni della rete, siamo tutti connessi, sempre alla ricerca di novità e informazioni su internet… E’ una musica che avrete sicuramente già sentito, quindi non sto qui a ripeterla.

Il punto è che in Italia è finalmente possibile fornire liberamente e illimitatamente una connessione Wi-Fi nel proprio locale. Il gestore non è più responsabile in alcun modo di quanto possa fare un cliente con il proprio computer o smartphone collegato alla rete del locale.

Bene, questo significa che il Wi-Fi gratuito è un’opportunità per il business? Che non appena compriamo un router e lo istalliamo, la nostra clientela crescerà alla sola vista della mitica vetrofania con il logo Wi-Fi?

Questo è un argomento da approfondire perché quella che si vuole far passare a tutti i costi come un’opportunità per attirare clientela, potrebbe trasformarsi in una grave trappola per gli affari.

Prima all’estero e poi anche in Italia, catene di caffetterie e fast food hanno messo a disposizione della clientela un accesso ad internet gratuito. I clienti hanno apprezzato, eccome!

Tanto che con l’acquisto di un caffè o di un frullato rimanevano seduti tutto il giorno al tavolo non permettendo, ovviamente, agli altri avventori di accomodarsi e quindi costringendoli a cambiare locale.

Studenti, freelance, scrittori e blogger dell’ultim’ora piuttosto che pagarsi connessione, elettricità e riscaldamento a casa, si infilavano nei locali e li abitavano per giorni interi.

E’ evidente come questo ha ridotto gli affari dei locali in questione. E’ vero che sembravano pieni e apprezzati dalla clientela, ma era clientela solo all’apparenza. Quindi come dobbiamo comportarci ora che in Italia è possibile offrire internet gratuitamente e illimitatamente nel proprio locale?

Per quanto mi riguarda, farei subito una distinzione cruciale tra i locali di fascia alta e quelli popolari: è chiaro che un locale di fascia alta ospiterà clienti dalle ottime possibilità di spesa che non hanno nessun bisogno di scroccare la connessione ad internet e saranno probabilmente dotati di abbonamenti personali con i gestori di telefonia mobile.

Per questi clienti, avere il servizio Wi-Fi libero e gratuito è apprezzabile se ad esempio non hanno copertura telefonica o comunque necessitano della rete per controllare la mail, non certamente per guardare online le serie tv pirata! Quindi a questo tipo di clienti possiamo offrire tutta la connettività e le prese elettriche che servono, ne faranno un uso moderato.

Veniamo ora alla vera questione: internet al popolo! Voglio chiarire subito che il giorno in cui internet sarà disponibile ovunque, gratuitamente e ad alte prestazioni, il mondo sarà un posto migliore, ma chi dovrà farne le spese fino ad allora? Sicuramente non i gestori dei locali.

Come saprete, una delle città più attive del mondo è New York ed è lì che ci sono stati i pionieri della connettività occidentale. Nelle caffetterie il Wi-Fi era libero e gratuito, nei ristoranti e nei fast food anche.

Ma ad un certo punto, ci si è resi conto che i clienti che avevano intenzione di consumare non potevano farlo perché i tavoli erano comodamente occupati da scrocconi collegati alla rete elettrica e ad internet del locale. Questo ovviamente si è dimostrato deleterio per gli affari e le reazioni sono state diverse.

Qualcuno ha coperto le prese elettriche (necessarie per l’utilizzo prolungato dei portatili) nelle ore di punta, qualcun altro ha senza successo applicato dei cartelli per un uso moderato dei tavoli. Le catene hanno reso la connessione disponibile solo per una mezz’oretta, il tempo di mangiare e controllare che succede su Facebook.

Altri hanno semplicemente scollegato il router e rinunciato a questo servizio perché gli inquilini del piano di sopra stavano tutto il giorno collegati senza nemmeno pagare il caffè e occupavano tutta la banda a disposizione, rendendo impossibile collegarsi anche ai clienti paganti.

Approfondiremo sicuramente questo tema, ma intanto vi lascio qualche consiglio per la gestione conveniente delle connessioni nei locali di fascia media o comunque popolari:

  1. Non rinunciate a far registrare i clienti almeno con una mail e un nome, potrete utilizzare quei dati per inviare promozioni e informazioni sul vostro locale.
  2. Se dovete offrire una connessione, che sia di ottima qualità.
  3. Offrite internet per un tempo limitato, 30 minuti sono più che sufficienti per consumare un pasto veloce e controllare i commenti di un blog.
  4. Invitate i vostri clienti a diventare fan su Facebook eccetera una volta che saranno connessi, così avrete sempre un canale aperto con loro.
  5. Assicuratevi che le vostre sedie siano in armonia con il tempo di permanenza del cliente, divanetti troppo comodi fanno del vostro locale un lounge dove la gente ama passare le ore. Sedie rigide e leggermente scomode sono perfette per mangiare un panino al volo, ma dopo quaranta minuti ti invitano ad alzarti.

Sono sicuro che riflettendo su questi argomenti riuscirete a fare del vostro locale un posto migliore per i clienti e ad ottenere migliori risultati di business.