News

Tanti modi di fare il caffè

I 1000 modi per preparare il caffè nel mondo

Diciamo la verità, dopo la moda dei barman retrò (leggi hipster) quella del caffè si è diffusa come il polline a primavera, facendo sbocciare negozi specializzati, corsi e molti appassionati anche all’infuori del settore professionale.

preparazione del caffè filtro

Il caffè accompagna l’uomo da tempo immemorabile, anche se la sua vera e propria diffusione è iniziata solo cinque secoli fa.

Da quel momento ogni luogo ha sviluppato la sua idea di caffè ben fatto e si sono visti tanti sistemi per produrre la meravigliosa bevanda in giro per il mondo. Ho voluto raccogliere qualche video sulle varie tecniche di estrazione che utilizziamo oggigiorno non solo in Italia, per invitarvi a sperimentare e magari a trovare un metodo che preferirete all’espresso.

Non ho la pretesa di presentare tutti i metodi di preparazione utilizzati, sono tantissimi. Anzi vi invito a segnalarmi nei commenti eventuali dimenticanze o vostre nuove scoperte.

PICCOLA PREMESSA: In questa raccolta non parlerò di miscele, macinatura o di torrefazione, voglio solo fare una carrellata dei metodi di estrazione. Magari in futuro andremo a discutere questi importanti elementi, ma non ora. Quindi metto da parte di proposito le 5 M e tutta la teoria a riguardo.

PICCOLA PREMESSA 2: Fare un buon caffè è un’arte, qualunque sia il metodo scelto per prepararlo. Qualcuno dei seguenti video potrebbe mancare di tante accortezze, ma li ho scelti per mostrare i metodi e darvi qualche spunto.

Fare un caffè espresso

Nel 1884 Angelo Moriondo brevettò a torino la prima macchina per il caffè espresso. Da quel momento iniziò una grandissima diffusione della bevanda tale che ora non è quasi più possibile trovare un bar che non serve espressi, cappuccini e compagnia.

La grande innovazione di questo metodo risiede nella pressione raggiunta dall’acqua in estrazione, capace di trasportare nella tazzina olii essenziali e aromi come nessun altro metodo.

Un metodo piuttosto moderno di preparare l’espresso è attraverso l’uso di capsule o cialde, a sostituire il processo di macinatura fresca. Chi le ama e chi le odia.

Preparare il caffè con la Napoletana

Uno dei primi metodi casalinghi diffusi in Italia. La cuccuma napoletana è un modo particolare per ottenere un caffè filtro molto forte. La cosa curiosa è che in realtà è un’ invenzione francese, ma il grande successo italiano oramai le ha fatto rinnegare le origini.

Il caffè nella caffettiera a stantuffo (French Press)

Ecco che i francesi si prendono la rivincita, adottando un’invenzione italiana come loro metodo preferito per l’estrazione casalinga. La French Press è stata inventata dall’italiano Attilio Calimani intorno agli anni trenta ed è passata attraverso numerose modifiche. Si tratta di un sistema di infusione semplice con un filtro da applicare solo al termine del periodo di infusione (4 minuti circa).

Fare il caffè con la Moka

Alfonso Bialetti (un altro italiano!) brevetta nel 1933 la Moka. Il sistema forse più diffuso a livello casalingo per la preparazione del caffè. Funziona in modo semplice ma geniale, lasciando che la pressione del vapore faccia salire l’acqua solo quando ha raggiunto la temperatura ideale.

Il caffè americano o caffè filtro

Si tratta di far passare dell’acqua molto calda attraverso una dose di caffè macinato, senza applicare pressione. Questa tecnica, fatta a mano o tramite macchine elettriche, rappresenta ad oggi il sistema più diffuso negli Stati Uniti per produrre una bevanda dalla quantità generosa e molto gustosa.

Il caffè con la Hario V60

Metodo molto diffuso ed economico per preparare il caffè filtro a casa senza la necessità di impiegare troppe attrezzature. La Hario è un’azienda giapponese che produce molti sistemi e accessori per preparare il caffè.

Come si fa il caffè alla greca

Il metodo utilizzato in Grecia e in Turchia per la preparazione del caffè, non è per mezzo della percolazione (acqua che passa attraverso il caffè) ma funziona tramite l’infusione (acqua e caffè rimangono a lungo a contatto). Perfino la polvere di caffè finisce nella tazzina e sta all’ospite avere l’accortezza di farla posare qualche secondo in modo da poterla lasciare sul fondo.

Caffè alla Turca preparato sulla sabbia

Molto simile al metodo greco, ma in questo video si vede meglio la cultura del “bar” turco che serve il caffè preparato sulla sabbia rovente. Una cosa che mi piace parecchio è il coperchietto per le tazzine!

Come fanno il caffè in Vietnam

Usanza assai curiosa per noi, ma alla fine non troppo diversa dai nostri metodi classici di percolazione. Un filtro apposito si mette su una tazzina e il caffè cade direttamente su un letto di latte condensato formando uno scenografico effetto layer.

Il sistema in uso nel Sud Est Asiatico

Qui per preparare il caffè, anche di tipo Kopi, si utilizzano filtri in tessuto e una lavorazione che potete vedere in video. Non manca il latte condensato che è tradizionalmente più facile da trovare di quello fresco nei luoghi di cui parliamo.

Lo strano modo di Singapore

Vediamo un addetto che prepara il caffè facendolo passare da un contenitore all’altro come se fosse un cockatail Blue Blazer e lo termina con il solito latte condensato. In questo modo fanno anche una bevanda al tè nero.

Il metodo Eva Solo

Sistema davvero molto simile all’infusione del tè. Il caffè rimane in un filtro immerso nell’acqua e viene poi rimosso al termine del periodo di infusione. Questo contenitore ha una speciale camicia termica che gli consente di conservare la temperatura dell’acqua. Una delle trovate più recenti.

Come si fa il Cafe de Olla (Messico)

Metodo spettacolare e gustoso di preparare un caffè particolare. Si porta ad ebollizione l’acqua in un recipiente di terracotta, si aggiunge una stecca di cannella e il piloncillo (saporito aggregato di zucchero di canna e melassa) e a fuoco spento si aggiunge il caffè. Dovete provarlo assolutamente!

Preparare il caffè con l’AeroPress

L’Aeropress è il mio metodo preferito per fare il caffè americano in casa attualmente. Si tratta di un caffè filtro aiutato dalla pressione di uno stantuffo. Non raggiunge chiaramente i livelli (9 atmosfere) di pressione di una macchina per espresso ma il risultato è davvero interessante. Qualcuno ci fa anche il caffè espresso, ma noi italiani noteremmo la differenza anche ad occhi e naso tappati! Il metodo migliore è estrarre un caffè doppio e aggiungere acqua molto calda.

Il caffè filtro con la Chemex

Altra trovata abbastanza moderna per realizzare un caffè filtro all’americana. Si possono adoperare filtri di carta (usa e getta) o d’acciaio (lavabili).

Espresso fatto in casa con Rok

Una macchina manuale per simulare una macchina da bar. Il risultato è interessante.

Il caffè all’africana

Molto simile ai metodi arabi. Si fa bollire l’acqua con la polvere di caffè dentro e si serve.

I metodi di estrazione sottovuoto (Vacuum)

Qui si sfruttano le note proprietà del vapore acqueo di espandersi e poi condensare per estrarre il caffè. Sistema interessante, sicuramente da provare.

Estrazione a freddo

Questo è davvero un sistema diverso. Si lasciano cadere gocce d’acqua fredda sul caffè e si raccoglie il percolato. Il tutto dura 3 ore a dirvi la verità la bevanda che ne esce è stuzzicante. Difficile però accostarla al caffè a cui si è abituati con l’estrazione a caldo.