News

È il momento dei Pop Corn Gourmet ?

Facciamo insieme un'analisi del business dei Pop Corn Gourmet.

Come fai a capire perchè i Pop Corn Gourmet sono così di moda ora nelle nostre città? Come fai a prevedere se ci sarà un’evoluzione del business tale da meritare l’ingresso in campo?

Si ripeterà lo schema delle patatine olandesi? Del sushi? Del gelato nelle carapine?

pop corn gourmet

Al solito, la moda viene da un posto lontano chiamato Stati Uniti e si è diffusa in tutto il mondo fino a bussare alle nostre porte. Abbiamo addirittura in Italia un’azienda che apre negozi in tutta Europa: la Fol Pop Corn Gourmet

Come nascono i Pop Corn Gourmet

Tutti conosciamo i Pop Corn. Nel nostro Paese di solito li mangiamo al cinema, in qualche centro commerciale, alle fiere di paese e in pochi altri posti. Ah, certo, anche a casa!

Fare i Pop Corn non è difficile, con l’attrezzatura professionale poi, si ha una garanzia di risultato decisamente migliore. Siccome il Pop Corn non è altro che un chicco di mais (della giusta tipologia) esploso grazie al calore e alla pressione interna, non ha un gran sapore.

La soluzione è stata per molti anni una bella spolverata di sale che, a contatto con i grassi di cottura e l’umidità rilasciata dai chicchi esplosi si scioglieva e aderiva al preparato.

Un grasso è fondamentale per far aderire il seasoning (condimento). Lo scoprono con delusione molte casalinghe che acquistano le macchine per popcorn ad aria calda e sono poi costrette ad aggiungere olio dopo l’esplosione dei chicchi altrimenti il sale cade giù nel fondo della ciotola e rimangono insipidi.

La massima trasgressione in Italia era fino a poco tempo fa il Pop Corn al caramello o al cioccolato, arrivato prima nei supermercati e poi anche nei cinema.

Però nel mondo, da molto tempo, si sono diffusi altri modi per gustare il Pop Corn, decisamente più stuzzicanti ed elaborati.

La nascita dei Garrett Popcorn Shops a Chicago

Vi parlerò brevemente dell’azienda che più di ogni altra ha studiato, sviluppato e venduto Pop Corn in giro per il mondo, la Garrett Pop Corn Un piccolo video vi farà vedere come lavorano:

Dal 1949 ad oggi, la Garrett Pop Corn ha fatto del mais scoppiato la sua fonte di ispirazione e aperto numerosi punti vendita. Lasciatevi dire che la fila di gente presente fuori ai suoi punti vendita a Tokyo supera di parecchio quella dei migliori musei! Si parla di anche 4 ore di attesa e i prezzi di vendita non sono affatto bassi.

(Nella città nipponica vanno così forte i Pop Corn che perfino la sede locale di Disney Land è piena di carretti suddivisi per gusti, e relativa fila!)

Tornando alla storia di Garrett, praticamente misero appunto un sistema di produzione raffinato e interessante.

Come si producono i Pop Corn da Garrett

Prima di tutto, a differenza dei cinema e della maggior parte delle persone, si parte da una miscela personalizzata di chicchi. Solo in questo modo si ha la sicurezza di avere la giusta umidità all’interno della pellicola protettiva di ogni chicco. Di conseguenza: maggiore percentuale di chicchi esplosi e maggiore volume del prodotto.

garrett mix popcorn gourmetAltra innovazione è la scelta di far scoppiare i chicchi con aria calda e non con olio di palma come si fa di solito. Questo, offre all’azienda dei chicchi più asciutti, pronti ad assorbire il condimento e rende la ricetta anche più economica.

Quando i chicchi sono esplosi, si passa ad un setaccio che elimina i chicchi inesplosi (davvero spiacevoli da masticare) e quelli troppo piccoli, per offrire solo il meglio al cliente.

Il condimento avviene mescolando delicatamente il Pop Corn per non rompere i fragili chicchi. La salatura prevede l’utilizzo di un olio.

Tutti sul formaggio e sul caramello!

Da quello che so, iniziarono con pochissimi gusti:

  • Semplice (cioè senza nessuna aggiunta)
  • Salato (con sale polverizzato)
  • Al caramello croccante (ricetta segreta)
  • Al formaggio (ricetta segreta)

pop corn tradizionale da garrettFacile immaginare dove puntava maggiormente il palato dei golosi clienti americani. Tutti sul formaggio e sul caramello!

Quello che stupì invece gli imprenditori era vedere che molte persone non sapevano scegliere e quindi prendevano un sacchetto al caramello e uno al formaggio, poi chiedevano un sacchetto vuoto dove mischiavano i due tipi.

Nacque il famoso ed imitato in tutto il modo Chicago Mix metà formaggio, metà caramello. Un’irresistibile combinazione.

Col tempo, l’offerta si è molto ampliata e ora ci sono 10 gusti che solo a nominarli, mettono un certo languorino:

  • Spicy CheeseCorn (piccante al formaggio)
  • Garrett Mix (il Chicago mix rinominato)
  • Cheese Corn (il classico gusto formaggio degli inizi)
  • CaramelCrisp (caramello, che dire?)
  • Macadamia CaramelCrisp (caramello e noci di Macadamia)
  • Pecan CaramelCrisp (caramello e noci Pecan)
  • Almond CaramelCrisp (caramello e mandorle)
  • Cashew Caramel Crisp (caramello e anacardi)
  • Buttery (classico gusto al burro)
  • Plain (il mais in tutta la sua semplicità)

La diffusione dei Pop Corn Gourmet

In America si sa, quando le cose vanno bene, i cloni spuntano come funghi. E così ora c’è un mercato talmente pieno di negozi di Pop Corn Gourmet che se tentassi di farvi un elenco dei gusti proposti, mi si consumerebbero le dita.

Quindi ho raccolto per voi qualche video dove apprezzare il livello di maturità raggiunto da questo business.

Come funziona una macchina da popcorn del cinema?

macchina per popcorn su carretto di MP Project StoreNe approfitto per spiegare ai pochi che ancora non lo sanno, come si producono gli ottimi Pop Corn nei cinema, utilizzando le apposite macchine professionali.

Come vi dicevo, in queste macchine più tradizionali viene adoperato un grasso di cottura. Quelle per le grandi produzioni, visibili solo in alcuni multisala ben piazzati, hanno una riserva di chicchi di mais e una di olio di plama (o simile).

Il grasso e i chicchi vengono inseriti automaticamente o manualmente in una pentola riscaldata elettricamente con un agitatore all’interno.

Questo permette ai chicchi di ricevere più o meno lo stesso calore e scoppiare più o meno nello stesso momento.

Nella pentolina viene aggiunto anche un condimento a base di aroma di burro e sale polverizzato che verrà mescolato ai chicchi e gli darà anche il caratteristico colore giallo.

Il coperchio della pentolina è mobile quindi lascia fuoriuscire i chicchi esplosi direttamente nel cesto di cernita.

Qui vi è un fondo con dei buchi piccoli per eliminare i chicchi inesplosi o quelli fatti male.

Una bella mescolata con gli eventuali popcorn già presenti e il tutto è tenuto al caldo dalle apposite lampade.

Le migliori macchine hanno anche una cappa che filtra i grassi e diffonde l’inconfondibile profumo in giro per la sala.

Pop Corn gourmet in latta

Consigli per aprire un negozio di Pop Corn Gourmet

  • Studia bene la materia prima, il chicco fa la differenza.
  • Studia bene i processi di produzione perché le macchine hanno caratteristiche particolari.
  • Assaggia gli aromi e gli additivi industriali per creare i tuoi mix unici e distintivi, ma non tralasciare i gusti classici che ormai tutti si aspettano.
  • Offri sempre degli assaggi perché non tutti sanno ancora cos’è il Popcorn Gourmet.
  • Scegli solo strade con un ENORME passaggio di persone, perché non è una cosa da mangiare tutti i giorni.
  • Sogna di vendere ai prezzi giapponesi (anche 8-10 € a sacchetto), guarda invece agli americani (3-4 dollari).
  • Non pensare che il business è facile solo perché costa poco la materia prima, dovrai metterci del tuo, e molto anche.

Concludendo

Le mode per loro natura si susseguono

Non è facile immaginare se il Pop Corn Gourmet rimarrà tra noi per molto tempo, ma è ancora possibile uno sviluppo improvviso della moda e del relativo business.

Personalmente non consiglierei un negozio di soli popcorn, ma ne valuterei la produzione affiancata ad altri tipi di attività. I negozi troppo specialistici tendono a durare poco in Italia perché le mode, si sa, si susseguono.

Anche l’idea di aprire un grande laboratorio centralizzato e rifornire di Pop Corn Gourmet vari punti vendita terzi, potrebbe concedere i suoi vantaggi.

Come al solito, buona fortuna!